Pizza Montanara – Una antica tradizione dal 1600

 

Nel 1565 a Napoli c’era 360 mila di abitanti. Era la terza città più grande d’Europa. Troppe bocche da sfamare. Per la fame nasce il cibo di strada. Risalgono infatti ad allora i primi Crocché, il brodo di polipo, il pesce fritto e tutte le paste fritte.

Nel 1535 nascono le zeppole, che sono pasta della pizza fritta. Nasce dolce, ma il salato nutre, sfama di più della pizza dolce e nei secoli si evolve.

Oggi a IG il maestro della pizza napoletana presenta la Pizza montanara, piatto che compare intorno al 1600  in un testo tradizionale di Antonio Valeriani. E’ una ricetta antica, tipica delle domenica.

Le palline di pasta vengono stese dal centro verso l’esterno, poi fritte. Al centro viene messo un mestolo di pomodoro. Una salsa fatta con dei pomodorini al Piennolo ripassati in padella. Poi pecorino grattugiato e mozzarella di bufala.

Link: Adattamento da http://www.gazzettagastronomica.it/2012/coccia-il-maestro-della-pizza/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...