Una pizza contro l’infarto

Il consumo regolare di pizza, almeno una volta alla settimana, ridurrebbe di un terzo il rischio di infarto. Questo è quanto evidenziato da uno studio italiano, condotto dai ricercatori dell’Istituto Mario Negri e dall’Università degli Studi di Milano, che sta per essere pubblicato sulla rivista European Journal of Clinical Nutrition.


L’equipe di Carlo La Vecchia ha indagato la relazione tra consumo di pizza e rischio di infarto in una popolazione costituita da 507 pazienti che avevano subito un infarto acuto del miocardio e 478 persone sane. Dal confronto è emerso che i consumatori regolari di pizza (due porzioni a settimana) presentavano una riduzione del rischio di infarto pari al 56 per cento. In 100 grammi di pizza sono contenuti 50 grammi di carboidrati, 20 grammi di salsa di pomodoro, 20 grammi di mozzarella, 4 grammi di olio di oliva, 2 grammi di lievito, oltre a diversi condimenti.

Secondo i nutrizionisti sarebbero alcuni micronutrienti contenuti nella pizza ad esercitare un effetto protettivo in termini di salute cardiovascolare.

Gli autori dello studio comunque non hanno ancora compreso tutti i meccanismi alla base dell’effetto osservato. Forse nel nostro paese il consumo regolare di pizza esprime semplicemente l’adesione ad una dieta varia.

Lo studio ha infatti evidenziato che i patiti della pizza seguono un regime alimentare più vario e in ogni caso la pizza può rappresentare un vantaggio, in termini di calorie introdotte, rispetto a un pasto più tradizionale.

Autrice: Antonia Loddo

Link: Una pizza contro l’infarto – Notizie – Più Salute.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...