Kebab – Gli affari della Germania e la “sicomera” degli italiani

Hai mai preso una posizione seria nella vita?”. “Si’, da piccolo rifiutai degli spinaci”. (Woody Allen)

Leggiamo: “Ogni  anno la Germania produce 750 milioni di kebab con un fatturato di 2,8 miliardi di euro. Cifre assurde se si pensa che l’intero settore in Europa fattura “solo” tre miliardi e mezzo di euro. Il kebab ha sofferto della campagna negativa ai suoi danni, dopo lo scandalo sugli alimenti… Riguardo al fatto che non esista un tedesco proprietario di un chiosco di kebab, per i turchi la risposta è semplice: “Una buona pizza deve essere fatta da un italiano, un buon kebab da un turco”.

Mentre il kebab festeggia i suoi 40 anni (Era il 1972 quando Kadir Nurman, di origine turche, da un chioschetto di Zoologischer Garten – la stazione del famoso Zoo di Berlino – decise di provare a farcire un panino con della comunissima carne da spiedo, unendo tutto alle cipolle e all’insalata) e le imprese italiane si “attrezzano di rulli verticali dove lasciare carbonizzare carne di maiale” da servire a dispetto del divieto islamico, per giorni, in Italia si estingue l’amore per il  sapore, il gusto e l’ARTE della cucina mediterranea.

Ai nostri lettori riflessioni sparse…

  • Hai mai preso una posizione seria nella vita?”. “Si’, da piccolo rifiutai degli spinaci”. (Woody Allen in “Il dormiglione”)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...