Lombardia – Kebab realizzato con scarti dei macelli?

Milano – Secondo una ricerca in corso da parte di esperti sulla sicurezza alimentare, interna all’Authority italiana, sta emergendo che in Lombardia da tempo si verificherebbero numerose anomalie nella commercializzazione e nella vendita di prodotti Halal.

A denunciarlo è l’Halal International Authority (HIA), l’unico organismo italiano, membro del World Halal Food Council, riconosciuto a livello internazionale da enti Governativi e non, in grado di certificare a livello mondiale prodotti agroalimentari e servizi secondo gli standard islamici. E proprio secondo l’HIA, gli esercizi commerciali dove si registrerebbero le irregolarità maggiori sarebbero soprattutto le macellerie, in particolare quelle site a Milano.
L’organismo di controllo dell’HIA, infatti, ipotizza che su 300 esercizi commerciali del capoluogo lombardo, circa 220 venderebbero carne spacciata per “Halal” ma in realtà si tratterebbe di scarti di carne di macelli e di carne non assolutamente conformi alla religione islamica. Dunque, queste carni potrebbero contenere tracce di dna di maiale oppure macellate secondo un rituale non islamico.
Ma se questa notizia sciocca i consumatori di fede islamica che mangerebbero così carni suine a loro insaputa, anche ai consumatori italiani, comunque non dovrebbe far troppo piacere l’idea di ingerire, addentando un succulento kebab, un insieme di ‘scarti’, con tutto ciò che ne può conseguire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...